Come recuperare la linea dopo le festività


Hai l'impressione di avere veramente esagerato durante queste feste? Niente panico o sensi di colpa!

In realtà se ci pensate non sono due settimane di feste natalizie che fanno salire l'ago della bilancia. Infatti un pasto abbondante di tanto in tanto non ha effetti sul peso. Quando, dopo un pasto più pesante, l'ago della bilancia impazzisce, si tratta soprattutto di un eccesso d’acqua trasportata dagli zuccheri e grassi della sera precedente. Bastano quindi 2-3 giorni e il nostro peso torna nella norma. L'aumento di peso è invece reale se l'apporto calorico, superiore al nostro fabbisogno energetico, perdura per giorni e giorni magari già a partire dai primi giorni di dicembre, tra aperitivi e cene tra amici prefestive.

C' è da dire che Natale, per molte persone, è sinonimo di famiglia, solidarietà, condivisione, senza dimenticare che il simbolo delle feste è rappresentato dal cibo stesso, ma questo non deve essere né un alibi né un motivo per piangersi addosso. La trasformazione metabolica delle calorie in eccesso nell'odiato grasso addominale sono soprattutto la conseguenza di un'errata alimentazione che persiste nel tempo.

E allora cogliamo l'occasione per iniziare un regime alimentare equilibrato e sano e magari disintossicarsi dai troppi grassi e zuccheri (e a volte troppo alcool) assunti nei giorni passati.

Vediamo allora di seguito delle semplici regole e facili accorgimenti per depurarsi e successivamente intraprendere una salutare alimentazione.

Per iniziare: non digiunare ; saltare i pasti è sbagliatissimo così come non è assolutamente necessaria la classica dieta fai da te, che comporta digiuni con successivo senso di fame e conseguenti abbuffate .

Privilegia in una prima fase un’alimentazione a base di alimenti disintossicanti: cereali integrali, tè verde, frutta e verdura cruda e/o cotta, oli vegetali. Questi alimenti ricchi di fibre, vitamine, minerali ed altre sostanze antiossidanti aiuteranno il tuo organismo a purificarsi pian piano e a ritrovare tono. Evita invece fritti, salumi, formaggi, dolciumi, , grassi saturi (burro, carne...).

Per accelerare il processo depurativo, si raccomanda anche di bere molta acqua (in particolare delle acque ricche di bicarbonato, magnesio e calcio) e delle tisane a base di piante dalle virtù digestive (carciofo, finocchio, ramolaccio, melissa...), e anche di mangiare brodi e minestre.

Come regole generali invece consiglio di fare sempre i 5 pasti: colazione, 2 spuntini a base di frutta e 2 pasti principali.

Prediligere cibi di qualità come frutta, verdura, pane (fatto solo degli ingredienti fondamentali), pasta integrale e cereali ma anche legumi e olio extravergine di oliva. Gli alimenti del mondo animale invece, come la carne, il latte e i latticini, le uova, non vanno necessariamente esclusi, ma ridimensionati.

Ricordarsi di assumere pesce, meglio se azzurro e dei nostri mari, 2-3 volte a settimana.

Infine, occorre integrare la routine con dell’attività fisica; è vitale stare all'aria aperta e fare un po’ di movimento, ad esempio camminare almeno 20-30 minuti al giorno.


Post in primo piano
Post recenti