Le mie ricette

Adoro dilettarmi ai fornelli, per offrire a me , ai mie figli e a mio marito del cibo sano e gustoso!

 

Il mio libro delle ricette virtuale è diviso in base alle quatro stagioni questo perchè compro sempre frutta e verdura di stagione. 

 

Scegliere la frutta e la verdura di stagione è molto importante per avere garanzia di freschezza e beneficiarne al massimo del sapore e dei valori nutritivi. Inoltre alimenti primaticci e tardivi sono solitamente più costosi ed inferiori in qualità rispetto a quelli di stagione e oltre ad avere un maggiore impatto sull'ambiente. La filiera corta è la prima e migliore garanzia che i prodotti che porti in tavola siano davvero freschi e genuini.

 

Inoltre ricordate che non sono soltanto frutta e verdura a essere legate a determinati periodi dell'anno. Anche il pesce va scelto a seconda della stagione in cui ci troviamo. 

 

Scegliere quindi cibi di stagione, locali, vicini e conosciuti fa risparmiare e giova all'ambiente e alla salute!

 

Le ricette che troverete sono sempre riferite ad un numero di persone pari a quattro. I valori nutrizionali (su 100 g di prodotto)  si riferiscono sempre all'elemento principale/caratterizzante del piatto.

 

Buon appetito!

 

"Colui che non si preoccupa di quello che mangia, non saprà preoccuparsi di niente altro."

Samuel Lohnson

D'estate la frutta e la verudra non scarseggiano!

Così l’orto accoglie la stagione più calda che porta in dote i numerosi membri della famiglia solanacea: melanzane, peperoni.

A completare l'elenco delle verdure di stagione ci sarebbero insalate, carote, cipolle, cetrioli e zucchine che ci permettono di fare il pieno di vitamine, sali minerali, antiossidanti e acqua.

Mangiare verdura e frutta fresca (come pesche, albicocche, susine, meloni e angurie...) d’estate significa stimolare le difese immunitarie e reidratarsi dai liquidi che si perdono con le alte temperature.

L’inverno è il momento di riposo nei campi, dove tutto tace e sembrano lontani gli intensi mesi di raccolto estivo. Tuttavia ci sono degli ortaggi resistenti, e anzi temprati dal gelo. In prima linea ci sono le verze  (che contengono molte vitamine E, A, C, oltre che fosforo, calcio, potassio zolfo e acido folico), la zucca (dolcissima e gustosa, amica delle diete povere di calorie, adatta persino ai diabetici per la scarsità in termini glucidici) e i cavolfiori come quello viola, ricco di antociani (importanti per chi soffre di  pressione alta, malattie cardio-circolatorie, Alzheimer e tumori). In questa stagione inoltre sono protagonisti gli agrumi, dal sapore fresco e dolce, dagli innumerevoli benefici per la nostra salute e dai molteplici usi in cucina, ma come dimenticare la frutta secca (per godere così anche nei mesi più freddi dei benefici per la salute, propri della frutta estiva). 

 

L’autunno porta con sé i colori e una grande varietà di frutta, ricca di elementi nutrienti perfetti per la nostra salute. L’autunno offre molte verdure dalle proprietà anti ossidanti, verdure a foglie che racchiudono sostanze che combattono i radicali liberi. Sui banchi colorati del mercato troveremo carote, bietole a coste, carciofi (ricchi di magnesio e fosforo) oppure il porro, i broccoli (dispensatori di sodio e potassio), le rape, il cavolo rosso, tartufi e topinambur. Non dimentichiamo la frutta: questa stagione ci offre i dolcissimi cachi , l’uva, le clementine, le mele e soprattutto il melograno (ricco di vitamine A, K, C e B e di ferro, fosforo, calcio…)!

La priamvera è il clima ideale che porta in dote alcuni legumi come le fave e faggiolini. Ad aprile si trovano anche gli asparagi: ortaggi poco calorici, con molta fibra, vitamina C (in un etto ce ne sono 25 mg, il che equivale a circa un terzo del fabbisogno di una persona adulta), carotenoidi (i precursori della vitamina A), vitamina B e sali minerali, tra i quali calcio, fosforo, potassio e acido folico.

Tra la frutta primaverile invece ritroviamo le buonissime ciliege (un gran apporto d fibre, idrati di carbonio, lipidi e proteine) ma anche le fragole (che aiutano a combattere la ritenzione idrica) o le nespole (ricche di potassio e magnesio).