Quando il microbiota è un nostro alleato!


L'intestino, sterile alla nascita, viene successivamente colonizzato da una ricca popolazione di microorganismi, comunemente definita "flora intestinale" ma più correttamente microbiota intestinale. Per comprenderne l'importanza bisogna tenere presente che le cellule microbiche che costituiscono questo microbiota sono dieci volte più numerose delle cellule che costituiscono il nostro corpo (100.000 miliardi).

Alcuni ricercatori paragonano il tratto intestinale e la sua flora ad un vero e proprio organo, il cui equilibrio è importante ai fini di un buono stato di salute e che il microbiota intestinale si modula in quantità e qualità a seconda di quanto e come ci si alimenta.

Da questa intuizione si è sviluppata una vasta serie di ricerche sugli effetti dei probiotici cioè organismi vivi che promuovono un ambiente intestinale sano, favoriscono la flora batterica intestinale, supportano il transito intestinale e favoriscono la risposta immunitaria. Contenuti in diversi alimenti come yogurt, formaggi o vegetali fermentati.

Inoltre ci sono alimenti in grado di promuovere in modo selettivo lo sviluppo e le attività dei batteri autoctoni benefici che colonizzano il tratto intestinale. Questi sono i prebiotici (ingredienti non digeribili) che stimolano lo sviluppo e le attività dei microrganismi intestinali utili, modulano il transito intestinale e l'attività fermentativa, riducono la produzione di ammoniaca e controllano i disturbi intestinali.

Sono rappresentati in particolare da alimenti contenenti inulina (cipolla, aglio,cicoria, asparagi, carciofi) e da cibi ricchi di fibre come i cereali non raffinati (contenenti cellulosa, emicellulosa, pectine, gomme, lignina).

Inoltre per garantire al nostro intestino un giusto equilibrio è importante aggiungere alla propria dieta cibi che aiutano la funzionalità intestinale come i cibi contenenti acidi grassi polinsaturi (oli vegetali di semi di lino, di zucca, di girasole, di oliva), acidi grassi omega 3 (pesce, oli di origine vegetale, noci e legumi), flavonoidi (olive, cipolla, aglio, cavoli, lattuga, mirtillo, pomodori, mele, albicocche), isoflavonoli (soia e leguminose), antociani (frutti rossi, uva, arance rosse).

E’ dunque molto importante garantire al nostro intestino un giusto equilibrio dei microrganismi che lo colonizzano inserendo pertanto in maniera ponderata nella nostra dieta alimenti pre e probiotici.

#microbiotaintestinale #florabatteria #disbiosi

Post in primo piano
Post recenti